promorama.it ` last update` 15 Dicembre 2018 - P.IVA 01837450509
Promorama, music promotion services
Share: Twitter Delicious Reddit digg stumbleupon                      
home
labels
bands
tour dates
newsletter
press room
about us
contacts
search
search
01 | 02 | 03 | 04 | 05
bio.PDF Multimedia
cover



Blùmia

last update: 17.08.2018

intro | biografia | discografia | links | multimedia | archivio

“Wild Type” è l’album di debutto dei Blùmia che esce a due anni di distanza dalla pubblicazione dell’ Ep omonimo datato 2016.

Un disco profondamente influenzato dall’immaginario delle fiabe di Hans Christian Andersen. Dieci brani in ognuno dei quali vengono rappresentati alcuni aspetti della nostra personalità.
Una campionario degli incubi più ricorrenti dei nostri tempi come in ”Horror Dream” in cui una sorta di “Alice nel paese delle meraviglie”, fugge da un Coniglio Malefico che sta a rappresentare la dipendenza dalle droghe (di tutti i tipi).
Si cambia registro per passare a messaggi positivi come in “Life’s Trains”, un esplicito richiamo al risveglio delle menti trppo spesso intorpidite.
Conoscerete “Adolf Hipster” e come il rigurgito del razzismo possa essere dissimulato.
“La scelta di Lola”, un inno alla autodeterminazione della propria vita.
“La Sicurezza dell’Amore”, che si riesce ad ottenere solo se prima si riesce ad amare sé stessi.
“Lupo della steppa”, un viaggio attraverso i suoi occhi, quelli del proprio subconscio.
”My Street”, il frame di una giornata “no”, passata in un auto mentre la pioggia fonde colori e e persone.
“Nature's Light”, Gea, nostra madre terra, ci parla e se non la ascolteremo ritorneremo a lei tra miliardi di scintille verso la luce.
In “Salvati”, tutti i padri del mondo dovrebbero tornare dalla loro Penelope e mettere da parte il proprio ego e regalare alla propria famiglia un po d’amore.
“Unconscious World”, una critica verso la società dei media ossessionata dall' estetica e dai falsi bisogni.
“Wild Type” rappresenta un notevole passo avanti nella definizione del suono e nel rafforzamento della cifra identitaria del duo pugliese: ritmiche incalzanti alternate a sonorità più soffuse che confluiscono in un piccolo miracolo elettropop.