Medusa’s Spite – il nuovo singolo “Destinations”

Destinations, il nuovo singolo della band electro-pop Medusa’s Spite e’ fuori.

In sole due settimane, superati i 22.000 streams su Spotify e più di 11.000 ascoltatori medi nel mese di Dicembre.

Superate le 7000 visualizzazioni del video su Youtube.

Un successo di ascolti che si sta rafforzando di ora in ora.
Il video di Destinations vede la direzione artistica di Stefano e Paolo Daniele e il montaggio di Alessio Borgonuovo.

I Medusa’s Spite nascono nel 1996 e iniziano percorso che  mescola musica elettronica, electro, techno e hardcore.
Floating Around, il loro primo album, prende forma tra il 1997 e il 1998 (vanta 36.000 copie vendute tra Italia, Germania, Austria e Svizzera), a cui fanno seguito i due album Morning Doors e Morning Doors (The Glass Path), un concept di due cd in cui li troviamo anche come produttori esecutivi. 

L’intero lavoro è stato registrato e mixato tra Roma (Spite room) e Liverpool (Parr street studios) e masterizzato a Londra presso “The Exchange”, lo stesso luogo in cui il suono di Floating Around ha ottenuto il suo colore definitivo. 

Life In The Year 2001, Will Hunting, Soon e Cat Black D sono i video diretti da Simone Pellegrini con cui la band continua a collaborare attualmente. Soon in particolare ha ottenuto 4 nomination e il premio per la migliore regia al MEI 2008 – Independent Italian Video Awards.

La musica della band è stata utilizzata più volte come colonna sonora per programmi TV e serie, film ecc. 

Destinations si pone come primo di una serie di singoli che verranno raccolti nel progetto aperto Polaris.

Il singolo, prodotto dalla band, viene mixato negli Abbey Road Studios da Paul Pritchard e masterizzato a Exmouth al The Exchange da Mike Marsh.

Onirica è la label che cura la produzione sonora e video dai fratelli Stefano e Paolo Daniele, fondatori del gruppo.

I Medusa’s Spite oggi sono Stefano Daniele, Paolo Daniele, Axel Donnini e Guido Cascone.

Una risposta su “Medusa’s Spite – il nuovo singolo “Destinations””

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *